World Series of Boxing


Dilettanti1Risaltano le vittorie esterne di Milano e Parigi
(Michele Pizzo)




Pur facendo registrare due vittorie in trasferta – quelle di Milano a Mosca e di Parigi a Istanbul – il girone europeo è quello più equilibrato, anche perché si sono avuti complessivamente cinque risultati su sei per 3-2. E’ stato questo il dato più saliente emerso dalla terza delle dodici giornate in cui si articola la World Series of Boxing che comincia a dare qualche minima  indicazione sui valori delle dodici squadre partecipanti.
Ma vediamo risultati e situazione dei singoli gironi.

GIRONE AMERICANO – E’ quello in cui non si è verificata ancora alcuna vittoria esterna e in cui ha… stentato di più Miami superando per 3-2 sia Los Angeles, nel turno iniziale, e sia, ora, Città del Messico. Ha fatto abbastanza meglio Los Angeles battendo per 5-0 Città del Messico e per 4-1  Memphis. Fra l’altro anche quest’ultimo risultato dei Matadors L.A. poteva essere nettissimo se non ci fosse stata la sconfitta per walk over del quotatissimo Carlos Gongora(Equador) che ha dovuto saltare l’atteso debutto in questa competizione “semiprofessionistica”, perché al disotto del peso minimo previsto dalla categoria dei massimi leggeri.
Ora la classifica del girone – tenendo conto che il regolamento assegna 3 punti alla squadra vincente per 5-0, 4-1 e 3-2 e 1 solo punto a quella che perde per 3-2 – è la seguente (fra parentesi il numero dei combattimenti vinti e persi):
Los Angeles Matador 7 (11-4), Miami Gallos 6 (7-8), Mexico City
Guerreros 4 (7-8), Memphis Force 3 (5-10).

GIRONE ASIATICO – Baku e Astana si sono imposte per 4-1 rispettivamente a Incheon e Pechino. Astana, però, ha usufruito di un w.o. in quanto il senegalese Assan Faye ha superato i limiti di peso lasciando così la vittoria al ghanese  Maxwell Amposah. C’è da evidenziare che questa è stata per Pechino la quinta sconfitta (in aggiunta ad una vittoria) per w.o. in 15 combattimenti.
Altro particolare curioso è che gli unici due incontri finora persi da Baku rientrano nella categoria dei pesi leggeri e riguardano il georgiano Koba Pkhakadze (contro il kazaco Yerzhan Mussafirov) e Ramal Amanov (contro Bahodjrion Sultanov). La squadra coreana di Incheon, che può avere… l’attenuante di essere stata impegnata sempre all’estero, ha vinto soltanto 3 combattimenti ma nessun confronto, per cui è ultima nella seguente classifica guidata a punteggio pieno dalla squadra dell’Azerbajian:
Baku Fires 9 (13-2), Astana Arlans 6 (10-5), Pechino Dragons 3 (4-11), Incheon Red Wings 1 (3-12).

GIRONE EUROPEO – La Dolce & Gabbana Milano Thunder ha… espugnato (3-2) Mosca con un quintetto tutto straniero ed è la prima squadra in assoluto nella Wsb a non aver presentato alcun pugile nazionale. A vincere, nettamente, sono stati gli ucraini Volkov (contro Askhabov) e Derevyanchenko (contro Ustarhanov), nonchè l’esordiente gigante (127 chilogrammi) delle Antille Olandesi Benejey
Zimmerman (contro Madaev). Invece è andata male all’altro debuttante, il  mongolo Enkhzorig Zorigtbaatar, sconfitto di stretta misura Abdurashidov, e al lettone Grisunins, tolto presto dalla lotta per una ferita contro Usmanov.
Parigi ha vinto ad Istanbul per 3-2, con le conferme del gallo irlandese John Nevin, del massimo leggero Groguhe e il buon debutto del tedesco Artur Schmidt.
Si sono rivelati, invece, ancora punti deboli della squadra transalpina il medio Stephane Cuevas e il massimo Zied Jouini.
Questa l’attuale classifica:
Parigi United 7 (10-5), Milano Thunder 7 (8-7), Istanbulls 5 (7-8),Mosca Kremlino Bears 4 (5-10). 

PROSSIMO TURNO – Nella quarta giornata della Wsb ci saranno delle immediate rivincite a…ring invertiti,  però con pugili obbligatoriamente differenti per ogni squadra, a parte quelli che non hanno combattuto nel turno precedente per walk over.
Quindi si svolgeranno le seguenti sfide: Memphis-Los Angeles il 16 dicembre; Città del Messico-Miami, Milano-Mosca e Parigi-Istanbul il 17 dicembre; Baku-Incheon e Pechino-Astana il 18 dicembre.
Poi la competizione riprenderà col nuovo anno, dopo l’Epifania.