Boxe Ring Web

Facebook Group FeedBurner Twitter
La Boxe nella Storia

Un ricordo di Giancarlo Garbelli e il suo record

E-mail Stampa PDF

IERI CI HA LASCIATO GIANCARLO GARBELLI

 

Leggi tutto...
 

Nella prima sfida europea tra leggeri italiani Ascenzo Botta mise ko Bisterzo

E-mail Stampa PDF

 Al teatro Brancaccio di Roma la prima memorabile sfida tra due italiani

 

Leggi tutto...
 

Polvere di stelle :15.12.1962 A Milano Loi batte Perkins

E-mail Stampa PDF

50 anni fa l'ultima grande impresa di  Duilio loi

 

 

 
 

Pochi pugili al mondo hanno saputo ritirarsi nel momento del trionfo. Dal 1948 al 1962 Duilio Loi disputava 126 combattimenti , con 115 vittorie , 8 pareggi e solo tre sconfitte contro avversari sui quali seppe prendersi la rivincita. Pugile eclettico è stato grande perché come nessun altro sapeva adattarsi a qualsiasi tipo di avversario ed imporre la sua grande personalità. Piccolo di statura, dotato di scatto felino, era in possesso di tutti i colpi del manuale tecnico pugilistico, intelligente , sul ring si accontentava di vincere di misura senza strafare; di lui non sapremo mai quali fossero i suoi limiti. Per questo la tifoseria milanese si divideva in due fazioni, chi lo osannava incondizionatamente e chi lo voleva veder perdere almeno una volta,cosa che accadde a Milano contro Eddie Perkins nel suo penultimo match. Colpito da una grave malattia alla soglia degli ottant’anni si spegneva in una casa di cura a Tarzo nel trevigiano il 20 Gennaio del 2008 (P.Anselmi)

 Loi vs Perkins

 

MILANO 15-12-1962 Duilio Loi batte Eddie Perkins p. 15 e riconquista il titolo mondiale dei superleggeri

 

Dopo la perdita della corona di campione del mondo da parte del negretto americano Eddie Perkins , Duilio Loi chiese la rivincita.

Un campione di tal fatta, dall’orgoglio smisurato non poteva finire sconfitto.

Tre mesi dopo con il palazzo dello Sport straripante di folla, mise a frutto la sua voglia di riscatto, sostenuta da una preparazione puntigliosa come mai si era concesso.

Furono quindici riprese equilibrate con il nostro campione che si avvantaggiava nelle prime tornate sfruttando la supponenza di Perkins che s era portato in attacco.

Capito l’errore il campione tornava al suo caratteristico gioco di rimessa e rimontava lo svantaggio .

Le ultime due riprese furono decisive e Loi vinse di un soffio. Riconquistata la corona mondiale , resistette alla lusinga di altri combattimenti e abbandonava l’attività imbattuto campione dimostrando di essere un grande uomo oltre che grandissimo atleta..

 

Un campione di novembre : Domenico Bernasconi

E-mail Stampa PDF

 “Pasqualino” fu campione d’Italia e d’Europa dei pesi gallo

Leggi tutto...
 

E' scomparso l'indimenticabile campione dei welter e dei medi Carmen Basilio

E-mail Stampa PDF

 

 Nel 1957 la sua vittoria su Ray Robinson fu un capolavoro

 

Leggi tutto...
 


Pagina 5 di 7

Visitatori online

 840 visitatori online

Statistiche

Tot. visite contenuti : 2750541