Comunicati Stampa

Proroga iscrizione al campionato italiano neo.pro- Lega Pro Boxe

 

 

 
PROROGA ISCRIZIONE CAMPIONATO NEO PRO
http://www.legaproboxe.it/neo-pro-campionato-italiano-2015/

 

 
PROROGA ISCRIZIONE CAMPIONATO NEO PRO
 C
Si avvicina la data di inizio del 1° Campionato Italiano Neo Pro. Dal 1° maggio i match dei pugili iscritti al Campionato di Lega valgono per determinare la classifica di categoria di peso. Ad oggi sono 34 i pugili Neo Pro già tesserati, 27 i pugili che stanno facendo le pratiche burocratiche per il passaggio, mentre sono 30 i pugili già iscritti al primo Campionato Neo Pro. I tempi di tesseramento più lunghi, determinati dalle molte richieste di passaggio in atto, oltre al rinvio (a data da destinarsi) del Consiglio Federale della FPI programmato per lo scorso 25 aprile in cui il nuovo regolamento della Lega Pro Boxe doveva essere deliberato, hanno indotto la Lega Pro Boxe a prorogare fino al 31 maggio 2015 il termine per l’iscrizione al Campionato Neo Pro. Resta comunque ferma la data del 1° maggio quale inizio del computo dei punteggi per le classifiche di categoria. I match che si disputeranno dal prossimo venerdì al 30 settembre, fra pugili Neo Pro iscritti al Campionato nella stessa categoria di peso, varranno ai fini della qualificazione alle fasi finali del torneo in programma (novembre e dicembre). Per coloro che desiderassero avere più informazioni relative al passaggio a Neo pro o al Campionato Italiano Neo Pro potranno consultare la documentazione sul sito della Lega Pro Boxe 
 
PROROGA ISCRIZIONE CAMPIONATO NEO PRO
 
Si avvicina la data di inizio del 1° Campionato Italiano Neo Pro. Dal 1° maggio i match dei pugili iscritti al Campionato di Lega valgono per determinare la classifica di categoria di peso. Ad oggi sono 34 i pugili Neo Pro già tesserati, 27 i pugili che stanno facendo le pratiche burocratiche per il passaggio, mentre sono 30 i pugili già iscritti al primo Campionato Neo Pro. I tempi di tesseramento più lunghi, determinati dalle molte richieste di passaggio in atto, oltre al rinvio (a data da destinarsi) del Consiglio Federale della FPI programmato per lo scorso 25 aprile in cui il nuovo regolamento della Lega Pro Boxe doveva essere deliberato, hanno indotto la Lega Pro Boxe a prorogare fino al 31 maggio 2015 il termine per l’iscrizione al Campionato Neo Pro. Resta comunque ferma la data del 1° maggio quale inizio del computo dei punteggi per le classifiche di categoria. I match che si disputeranno dal prossimo venerdì al 30 settembre, fra pugili Neo Pro iscritti al Campionato nella stessa categoria di peso, varranno ai fini della qualificazione alle fasi finali del torneo in programma (novembre e dicembre). Per coloro che desiderassero avere più informazioni relative al passaggio a Neo pro o al Campionato Italiano Neo Pro potranno consultare la documentazione sul sito della Lega Pro Boxe QUI oppure contattare il Project Manager della Lega, Gian Andrea D’Albero scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
oppure contattare il Project Manager della Lega, Gian Andrea D’Albero scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Michele Di Rocco ospite a Quinta Colonna

(Comunicato stampa) Lunedì 20 aprile, il campione d’Europa dei pesi superleggeri Michele Di Rocco è stato ospite del programma Quinta Colonna, condotto da Paolo Del Debbio, su Rete 4 dalle 20.30 alle 24.00. Gli altri ospiti erano il vice-presidente della camera dei deputati Luigi Di Maio,  il direttore del telegiornale di Rete 4 Mario Giordano, il mediatore culturale Antun Blazevic. i politici Giorgia Meloni, Alessia Rotta, Roberto Marcato, Gianfranco Librandi. 

Intervistato da Paolo Del Debbio, il pugile di Bastia Umbra ha parlato della sua prossima difesa del titolo continentale e della situazione dei Rom che tanti media hanno affrontato nelle ultime settimane. Di Rocco è di origine sinti, ma è nato e cresciuto in Italia, ha fatto parte della nazionale italiana partecipando alle Olimpiadi di Atene 2004 e  rappresenta l’Italia ogni volta che difende il titolo europeo.  “I miei nonni sono di Caserta, mio padre di Perugia, io sono nato a Foligno e vivo a Bastia Umbra. Non ho mai avuto problemi relativi alla mia origine Rom, non mi sono mai sentito diverso. Una delle mie nove sorelle, Vincenza, ha partecipato a Miss Italia arrivando alla pre-finale di Riolo Terme. Siamo una bella famiglia. Con il mio lavoro di pugile, mantengo la moglie e tre figli. La boxe mi ha dato tanto. Vorrei che la politica risolvesse il problema dei campi nomadi – in cui non ho mai vissuto – e che la strada fosse quella dell’integrazione.”

Del Debbio con Michele Di Rocco

L’intervista a Michele Di Rocco è visibile sul sito www.videomediaset.it scrivendo Quinta Colonna in “Cerca”  (in alto a destra), cliccando su “Puntata del 20 aprile” e portando il cursore su 2 ore e 56 minuti. Un estratto di 1 minuto e 44 secondi è disponibile sullo stesso sito con il titolo “Campione d’Europa”.  

La puntata di Quinta Colonna è stata seguita da 1.378.000 telespettatori, 6,52% di share (dati Auditel).

“La partecipazione di Michele Di Rocco a Quinta Colonna è la dimostrazione che i nostri pugili sono in grado di prendere parte anche a programmi televisivi di alto livello – commenta Alessandro Cherchi - in cui non si discute di sport, ma di vita quotidiana. Michele sa stare in mezzo agli altri ospiti, sa parlare, si sente a suo agio di fronte alle telecamere e non è il solo pugile amministrato dalla OPI 2000 ad avere queste caratteristiche. Vogliamo portare i nostri campioni con regolarità sui media (reti televisive locali e nazionali, web tv, radio e web radio) per farli diventare famosi presso la gente comune e riportare il pugilato nelle case degli italiani. Questo aiuterà tutto il movimento: si venderanno più biglietti e gli indici d’ascolto della diretta delle manifestazioni saliranno perché la gente segue i pugili che conosce.”

Michele Di Rocco difenderà per la quarta volta il titolo europeo dei pesi superleggeri sabato 30 maggio al teatro Principe di Milano, in Viale Bligny 52, contro il francese Alexandre Lepelley.  

Martedì a Milano la presentazione del campionato italiano per pugili neo-pro

 

LEGA PRO BOXE :PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO ITALIANO PER PUGILI NEO PRO

 

 

 

Inizia il percorso dei campioni di domani. La Lega Pro Boxe è lieta di comunicare il nuovo progetto per pugili Neo Pro. Martedì 31 marzo, a Milano, verrà presentato il primo Campionato Italiano di Lega riservato ai pugili che hanno voglia di affrontare un percorso di crescita nel pugilato “professionistico” attraverso un’attività certa e continuativa.

Con questa  nuova proposta la Lega Pro Boxe si pone l’obiettivo di allargare il bacino dei propri pugili, creando così un vivaio di atleti attivo e in grado di dare il via ad un importante ricambio generazionale nella boxe pro italiana.

Potranno partecipare al torneo pugili italiani e quelli stranieri residenti in Italia che siano già tesserati presso la FPI per l’anno corrente e per quello precedente. Potranno partecipare al Campionato tutti i pugili che hanno ricevuto la qualifica di Neo Pro e i pugili Pro che non abbiano effettuato più di tre incontri e che facciano richiesta di essere ammessi all’attività Neo Pro.

Per iscriversi al Campionato Italiano Neo Pro è necessario aver inoltrato alla FPI la richiesta di passaggio al settore Pro Boxe, inviare la documentazione richiesta e versare una quota di iscrizione al torneo per il pugile e per i maestro. Non essendo prevista la figura del procuratore per i pugili Neo Pro, saranno i maestri infatti a seguire, coordinare e implementare le attività del pugile.

Ad oggi i Neo Pro regolarmente iscritti sono 21, quattordici hanno già fatto il loro debutto.

Abbiamo intervistato il primo pugile Neo Pro, Marco Iuculano che ha fatto il suo debutto a Ferrara il 7 febbraio scorso.

 

Sei il primo Neo Pro ad esserti iscritto e ad aver esordito il 7 febbraio a Ferrara, com’è stata la tua esperienza?

È stata una bellissima esperienza, c’era tanta tensione, è stato un match molto sentito. È una nuova iniziativa e ho sempre sognato di poter combattere da professionista, senza il caschetto. Ero molto agitato ed emozionato ma sono stato soddisfatto e contento del risultato. Ho dovuto modificare il mio allenamento, ora la preparazione è più intensa, l’impegno è maggiore ed è necessario curare di più gli aspetti di difesa, di attacco e la preparazione mentale e psicologica, per riuscire ad affrontare nuove situazioni ed incontri. 

Cosa ti aspetti da questa avventura e cosa pensi di questa iniziativa proposta della Lega Pro Boxe?

Credo che sia un’iniziativa molto interessante, fin da subito ci saranno incontri difficili e match travolgenti, ci sarà più spettacolo e spero che gli amanti della nobile arte aumentino. È un nuovo inizio per provare ad incrementare gli ascolti e il pubblico.

 

Quale è stato il percorso che ti ha portato a prendere questa decisione?

Questa iniziativa mi è stata proposta dai miei allenatori perché ritenevano che fossi pronto. Io non aspettavo altro che mi venisse fatta un’offerta nuova e coinvolgente. Sono stato felice di iniziare questo cammino che mi sta portando al mio obiettivo finale: diventare un pugile professionista.

 

Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Il mio obiettivo è diventare un pugile professionista a tutti gli effetti e riuscire a vincere i match che mi vengono proposti. Sono convinto che grazie a questa iniziativa e alla preparazione graduale, riuscirò a dare il meglio come atleta professionista e a raggiungere i miei obiettivi.