Comunicati Stampa

Martedì a Milano la presentazione del campionato italiano per pugili neo-pro

 

LEGA PRO BOXE :PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO ITALIANO PER PUGILI NEO PRO

 

 

 

Inizia il percorso dei campioni di domani. La Lega Pro Boxe è lieta di comunicare il nuovo progetto per pugili Neo Pro. Martedì 31 marzo, a Milano, verrà presentato il primo Campionato Italiano di Lega riservato ai pugili che hanno voglia di affrontare un percorso di crescita nel pugilato “professionistico” attraverso un’attività certa e continuativa.

Con questa  nuova proposta la Lega Pro Boxe si pone l’obiettivo di allargare il bacino dei propri pugili, creando così un vivaio di atleti attivo e in grado di dare il via ad un importante ricambio generazionale nella boxe pro italiana.

Potranno partecipare al torneo pugili italiani e quelli stranieri residenti in Italia che siano già tesserati presso la FPI per l’anno corrente e per quello precedente. Potranno partecipare al Campionato tutti i pugili che hanno ricevuto la qualifica di Neo Pro e i pugili Pro che non abbiano effettuato più di tre incontri e che facciano richiesta di essere ammessi all’attività Neo Pro.

Per iscriversi al Campionato Italiano Neo Pro è necessario aver inoltrato alla FPI la richiesta di passaggio al settore Pro Boxe, inviare la documentazione richiesta e versare una quota di iscrizione al torneo per il pugile e per i maestro. Non essendo prevista la figura del procuratore per i pugili Neo Pro, saranno i maestri infatti a seguire, coordinare e implementare le attività del pugile.

Ad oggi i Neo Pro regolarmente iscritti sono 21, quattordici hanno già fatto il loro debutto.

Abbiamo intervistato il primo pugile Neo Pro, Marco Iuculano che ha fatto il suo debutto a Ferrara il 7 febbraio scorso.

 

Sei il primo Neo Pro ad esserti iscritto e ad aver esordito il 7 febbraio a Ferrara, com’è stata la tua esperienza?

È stata una bellissima esperienza, c’era tanta tensione, è stato un match molto sentito. È una nuova iniziativa e ho sempre sognato di poter combattere da professionista, senza il caschetto. Ero molto agitato ed emozionato ma sono stato soddisfatto e contento del risultato. Ho dovuto modificare il mio allenamento, ora la preparazione è più intensa, l’impegno è maggiore ed è necessario curare di più gli aspetti di difesa, di attacco e la preparazione mentale e psicologica, per riuscire ad affrontare nuove situazioni ed incontri. 

Cosa ti aspetti da questa avventura e cosa pensi di questa iniziativa proposta della Lega Pro Boxe?

Credo che sia un’iniziativa molto interessante, fin da subito ci saranno incontri difficili e match travolgenti, ci sarà più spettacolo e spero che gli amanti della nobile arte aumentino. È un nuovo inizio per provare ad incrementare gli ascolti e il pubblico.

 

Quale è stato il percorso che ti ha portato a prendere questa decisione?

Questa iniziativa mi è stata proposta dai miei allenatori perché ritenevano che fossi pronto. Io non aspettavo altro che mi venisse fatta un’offerta nuova e coinvolgente. Sono stato felice di iniziare questo cammino che mi sta portando al mio obiettivo finale: diventare un pugile professionista.

 

Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Il mio obiettivo è diventare un pugile professionista a tutti gli effetti e riuscire a vincere i match che mi vengono proposti. Sono convinto che grazie a questa iniziativa e alla preparazione graduale, riuscirò a dare il meglio come atleta professionista e a raggiungere i miei obiettivi.

A Milano la conferenza stampa di presentazione della sfida Di Rocco vs Bruun

Grande folla alla conferenza stampa di Michele Di Rocco, trasmessa in diretta da Dixieland Radio 


Conf. stampa 26 feb 2015-Michele Di Rocco,Alessandro Cherchi e Kasper Bruun



Giornalisti dei principali quotidiani cartacei ed online, fotografi delle più importanti agenzie e perfino la rete televisiva danese TV2/Nord: i media sono accorsi numerosi alla conferenza stampa della manifestazione “Principe d’Europa” svoltasi al Dixieland Cafè e trasmessa in diretta dalla web radio Dixieland Radio. Un successo che serve non solo alla manifestazione organizzata dalla Principe Boxing Events e dalla Opi 2000, ma a tutto il movimento pugilistico italiano.

“Più si parla di boxe e meglio è per tutti – ha detto Michele Di Rocco – perché il rilancio del nostro sport passa anche attraverso il lavoro di voi giornalisti. Nel recente passato la boxe professionistica non è stata adeguatamente seguita dai mezzi di comunicazione, forse per la mancanza di campioni in grado di vincere titoli importanti. Io sono campione d’Europa ed ambisco al mondiale. Altri pugili italiani si stanno facendo strada ed hanno un grande futuro. I campioni li abbiamo e sono disponibili a farsi intervistare da quotidiani, radio e reti televisive. Il mio promoter Alessandro Cherchi sta lavorando molto in questa direzione e lo ringrazio.”

Riguardo alla difesa del titolo europeo contro Kasper Bruun, sabato 28 febbraio al teatro Principe di Milano, Michele Di Rocco è stato chiaro: “Ho guardato i video degli ultimi combattimenti di Kasper, ho molto rispetto per lui, ed insieme al mio allenatore Franco Cherchi ho preparato una strategia per batterlo. Non ho dubbi sull’esito del match: sarò io il vincitore perché ho traguardi più ambiziosi del titolo europeo. Vorrei sfidare il campione del mondo dei superleggeri WBC Danny Garcia, ma quest’ultimo non difende il titolo da quasi un anno. Il mio procuratore Christian Cherchi saprà trovarmi un’opportunità iridata.”

Grande interesse hanno suscitato anche Renato De Donato e Alessandro Caccia, che si affronteranno nel sottoclou (ma in altre manifestazioni sarebbe il combattimento principale). Sono entrambi pugili in ascesa (De Donato ha già vinto il titolo italiano dei pesi superleggeri) e con un loro seguito di tifosi.
Sia De Donato che Caccia hanno espresso rispetto reciproco e la loro determinazione a produrre un match spettacolare.

Conf. stampa 26 feb 2015-Alessandro Caccia, Alessandro Cherchi e Renato De Donato

“E’ da diverso tempo che seguo la carriera di Alessandro – ha spiegato Renato De Donato – e sono convinto che daremo vita ad un grande incontro.”

L’allenatore di Caccia, l’ex campione del mondo dei pesi massimi leggeri WBC Massimiliano Duran ha invitato la stampa a non sottovalutare il suo assistito: “Nell’ultimo match Alessandro è finito knock out per un pugno della domenica. E’ capitato anche a me e so bene che bisogna dimenticarsene subito e pensare al prossimo combattimento. Alessandro se ne è già dimenticato, ha imparato come evitare che un episodio del genere si ripeta e sarà al massimo sabato al teatro Principe.” 

La conferenza stampa è stata trasmessa in diretta radiofonica dalla web radio Dixieland Radio, ascoltabile tramite il sito internet  http://www.dixielandradio.it/">www.dixielandradio.it (sempre in onda con la diretta o le repliche dei programmi).


Ricordiamo che la manifestazione “Principe d’Europa” inizierà alle 19.30. Il match tra Michele Di Rocco e Kasper Bruun sarà trasmesso da Italia 1.

Svolto a Ferrara lo stage sui match di 10/12 round

Comunicato Stampa ASI-Pug.Padana

Leggi tutto: Svolto a Ferrara lo stage sui match di 10/12 round

"Se non ci fosse... io non ci sarei”

 

 

Dal 20 febbraio al 7 marzo la campagna di raccolta fondi della Comunità San Patrignano.

Tante le realtà a sostegno dell’iniziativa

Leggi tutto: "Se non ci fosse... io non ci sarei”